L'indagine analizza gli spazi e gli strumenti specifici di autogoverno e di supplenza normativa di cui l'Università di Pavia profittò per la qualificazione e lo sviluppo dell'Ateneo dall'età giolittiana alla svolta gentiliana e agli anni Trenta. In tale trend vengono messi a fuoco, sotto il profilo degli ordinamenti della didattica, dell'amministrazione finanziaria e dell'organizzazione funzionale, l'evoluzione da un centralismo tradizionale a un autonomia apparente fino al controllo autoritario, con particolare attenzione nelle diverse fasi ai conflitti e ai condizionamenti tra scienza e politica, specie in connessione col decollo del fascismo.

Il miraggio dell'autonomia: regolamenti e statuti dell'Università di Pavia tra età liberale e fascismo.

SIGNORI, ELISA
2007

Abstract

L'indagine analizza gli spazi e gli strumenti specifici di autogoverno e di supplenza normativa di cui l'Università di Pavia profittò per la qualificazione e lo sviluppo dell'Ateneo dall'età giolittiana alla svolta gentiliana e agli anni Trenta. In tale trend vengono messi a fuoco, sotto il profilo degli ordinamenti della didattica, dell'amministrazione finanziaria e dell'organizzazione funzionale, l'evoluzione da un centralismo tradizionale a un autonomia apparente fino al controllo autoritario, con particolare attenzione nelle diverse fasi ai conflitti e ai condizionamenti tra scienza e politica, specie in connessione col decollo del fascismo.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11571/34468
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact