“Il bello degli standard è che ce ne sono molti tra i quali scegliere!” (ovvero sulla necessità per le biblioteche italiane di puntare sui contenuti)