Il contributo della citogenetica e della ibridazione in situ nella valutazione della MRD nelle emopatie