Il trattamento contabile delle differenze di fusione: il disavanzo da annullamento