Philia e intersoggettività. C'è un'eterologia del soggetto nella filosofia antica?