"Sto rovistando tra le mie vecchie carte". Sugli autografi di Andrea Zanzotto al Fondo Manoscritti