Il Novellino, il Decameron e il primato della novella: intertestualità e cronologia