Abili si diventa: l’attività fisica secono il modello biopsicosociale (prima parte)