Lo spessore del presente. Sulla costruzione del tempo musicale nel XX secolo