Filone di Alessandria e Ecfanto. Un confronto possibile