Il modello interdisciplinare di didattica STIMA parte dai presupposti teorici e metodologici che hanno preso avvio con l’approccio STEM (Science, Technology, Engineering, e Mathematics) nato negli Stati Uniti e adottato anche in altri paesi del mondo con l’intento sviluppare ambiti disciplinari scientifici, ai quali negli ultimi è stata inglobata anche la dimensione artistica e di pensiero creativo con il nuovo approccio STEAM con aggiunta dell’Arte. L’obiettivo è quello di favorire le conoscenze e le abilità negli ambiti trattati, al fine di sostenere anche i percorsi di scelta alla scuola e al mondo del lavoro per sostenere e direzionare gli studenti verso percorsi specifici (ambiti scientifici e tecnologici), ma allo stesso tempo l’introduzione della dimensione creativa rafforza anche la dimensione personale e relazionale.

Well-being in Education Systems

Silvia Montuori;Rossella La Motta Rossella;M. Assunta Zanetti
2019

Abstract

Il modello interdisciplinare di didattica STIMA parte dai presupposti teorici e metodologici che hanno preso avvio con l’approccio STEM (Science, Technology, Engineering, e Mathematics) nato negli Stati Uniti e adottato anche in altri paesi del mondo con l’intento sviluppare ambiti disciplinari scientifici, ai quali negli ultimi è stata inglobata anche la dimensione artistica e di pensiero creativo con il nuovo approccio STEAM con aggiunta dell’Arte. L’obiettivo è quello di favorire le conoscenze e le abilità negli ambiti trattati, al fine di sostenere anche i percorsi di scelta alla scuola e al mondo del lavoro per sostenere e direzionare gli studenti verso percorsi specifici (ambiti scientifici e tecnologici), ma allo stesso tempo l’introduzione della dimensione creativa rafforza anche la dimensione personale e relazionale.
978-3-456-86026-8
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1345495
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact