il contributo prende in esame il magistero di Giovanni Paolo II sul Concordato, con particolare riferimento alla libertà religiosa e al ruolo degli episcopati nazionali.

La Chiesa non cerca «privilegi», ma il «sufficiente spazio di libertà», per svolgere la propria «missione in campo religioso» per il «bene comune». L’istituto concordatario nel magistero di Giovanni Paolo II

madonna michele
2020

Abstract

il contributo prende in esame il magistero di Giovanni Paolo II sul Concordato, con particolare riferimento alla libertà religiosa e al ruolo degli episcopati nazionali.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/1353878
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact