Il regime delle acque pubbliche in una repetitio di Giasone