Diritto e letteratura ai tempi del Coronavirus: gli ‘occhiali’ dei giuristi e lo sguardo ‘lungo’ dei letterati