Gaston Paris e la filologia del suo tempo in Italia