Oggetto del saggio sono i trattati sulla forma musicale in area tedesca nella prima metà del XX secolo. A un attento esame di queste fonti emerge il tentativo di trovare nuovi fondamenti a quella disciplina che nel secolo precedente era stata canonizzata con l'etichetta di "Formenlehre". L'autore si sofferma soprattutto sulla ricezione della musica strumentale di Schubert e sulle discussioni in merito alla concezione romantica.

Organische Form jenseits von Beethoven. Über die Neuorientierung der musikalischen Formenlehre in den 1920er- und 1930er- Jahren

BORIO, GIANMARIO
2011

Abstract

Oggetto del saggio sono i trattati sulla forma musicale in area tedesca nella prima metà del XX secolo. A un attento esame di queste fonti emerge il tentativo di trovare nuovi fondamenti a quella disciplina che nel secolo precedente era stata canonizzata con l'etichetta di "Formenlehre". L'autore si sofferma soprattutto sulla ricezione della musica strumentale di Schubert e sulle discussioni in merito alla concezione romantica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11571/334330
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact