L'immagine 'seriale' di Webern