Un caso di "ossessione" della prosa toscana: Machiavelli in Gadda