I tiazolidinedioni: da anti-iperglicemici a rimodellatori della placca aterosclerotica